Blog: http://rafial.ilcannocchiale.it

Aspettando il 25 Aprile

Al di la’ della retorica e delle frasi di circostanza vi confesso che per me il XXV Aprile e’ stato sempre un momento di riflessione sul significato di liberta’ e di quello di lotta a cui siamo chiamati quando avvertiamo che questa possa essere minacciata. Le manifestazioni a cui ho partecipato, i recenti incontri con alcuni partigiani e i loro racconti hanno contribuito a rendere vivo un ragionamento che prima di allora si fermava alla Storia, alle idealita’, all’ideologia. Sarebbero rimaste, come avrebbe detto Gaber, “un volo di moscone o uno spazio libero” se non avessi ascoltato quei racconti perche’ ho avvertito in tutti loro bruciare ancora la passione per la politica intesa come strumento di costruzione della vita all’interno di una comunita’. Abbiamo relegato le loro esperienze, conoscenze ad un mero giorno di commemorazione e negli ultimi anni ci siamo anche arrogati il diritto di contrattare la loro Storia per “immaginari” processi di pacificazione nazionale che non hanno altro obiettivo se non quello di legittimare i nuovi (?) gruppi di potere. Ogni hanno si contribuisce sempre di piu’ ad aumentare la polvere nelle stanze della nostra memoria anche se di tanto in tanto a qualcuno piace ripescarvi belle immagini o bei discorsi buoni da usare magari in vista di qualche elezione. Il senso civico e l’amore per la liberta’ non si possono tirare fuori e rimettere nell’armadio come un paio di scarpe da ginnastica altrimenti rimangono solo belle parole che perdono di significato o peggio ancora ne assumo tanti diversi. Mi piacerebbe per questo XXV Aprile incontrare tanta gente nelle piazze con cui discutere concretamente delle loro vite e dei desideri di liberta’ nelle nostre citta’, nel nostro paese. Non mi faccio illusioni, ma un altro modo per parlare di questo XXV Aprile l’ho trovato, e’ qui con voi….e allora, cosa e’ che per voi la liberta’?

 

Pubblicato il 23/4/2007 alle 19.49 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web